RecitaL CanTANGO

Fabio Armiliato - tenore

Fabrizio Mocata - pianoforte e direttore musicale

Fabio Armiliato

Fabio Armiliato

Fabio Armiliato

Fabio Armiliato

Fabio Armiliato

Fabio Armiliato

© foto 1-2: Antoni Bernad-Fidelio

© foto 3: Michael Pöhn

RecitaL CanTANGO

Omaggio a Schipa e Gardel: Opera e Tango

​con

FABIO ARMILIATO

tenore

FABRIZIO MOCATA

direttore

"EL ALMA DE TANGO"

voce recitante


LOS GUARDIOLA
ballerini di tango

Musicisti: bandoneon, violino e contrabbasso

Guarda il trailer dello spettacolo

Scarica la scheda di presentazione

"RecitaL CanTANGO” è il progetto del tenore Fabio Armiliato che nasce dall’incontro col pianista e arrangiatore di Tango Fabrizio Mocata. L’idea prende vita dalla loro passione per il Tango e vuole unire l’OPERA Lirica al TANGO in un abbraccio ideale per mezzo di una nuova idea di spettacolo che si presenta anche come un virtuale “contenitore” per parlare di avvenimenti storici e di personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo che all’inizio del secolo scorso hanno dato vita e lustro a questa meravigliosa forma d’Arte: la Canzone del Tango.

Lo spettacolo vuole approfondire il legame tra l’Opera e il Tango, con l’idea di coniugare il Belcanto italiano e il Tango proprio nel nome di due grandissimi personaggi e interpreti: Tito Schipa e Carlos Gardel.

Cantanti, attori e entrambi compositori, Schipa e Gardel nella loro arte vocale ci mostrano il denominatore comune di una tecnica basata sul “recitar cantando”, che è considerata da sempre la radice del melodramma. L’Opera Lirica e il Tango sembrano due mondi musicali apparentemente lontani ma li accomuna invece l’importante radice del belcanto italiano, espresso nella sua vena melodica e soprattutto la grande influenza che proprio l’Opera italiana ha avuto nello sviluppo del Tango alle sue origini. Esiste quindi uno stretto legame tra il Melodramma e le Tango Canciones delle origini e ci sono testimonianze che affermano che Carlos Gardel fu anche allievo di canto di Tito Schipa durante i lunghi soggiorni a Buenos Aires del grande tenore leccese.

 

Il progetto RecitaL CanTANGO viene proposto dal tenore Fabio Armiliato sia con l’accompagnamento di un quartetto di strumenti (piano, bandoneon, violino e contrabbasso) o con l’accompagnamento dell’orchestra nelle Fondazioni o Associazioni Musicali dove l’orchestra è disponibile. Gli arrangiamenti originali in entrambi i casi sono del maestro Fabrizio Mocata e lo spettacolo si avvale, a seconda delle esigenze, delle coreografie dei ballerini di Tango/Teatro Los Guardiola, molto apprezzati nel mondo del tango e del teatro per la loro originalità e la loro bravura.    

Il racconto di una voce recitante che incarna El Alma del Tango, guida gli spettatori in questo ideale viaggio nel tempo, con l’aiuto della proiezione di un video originale interattivo, realizzato con animazioni e clips inerenti al racconto.

“Lo spettacolo è straordinariamente coinvolgente ed accattivante e ci trasporta nell’atmosfera meravigliosa di Buenos Aires, dell’Argentina e del vero e proprio tango.”

(Francesco Germinario - L’Opera)

“Spettacolo brillante ed innovativo con artisti stupefacenti, vincente l'accostamento della musica cantata, il ballo e la narrazione della storia del tango e della sofferenza del popolo argentino.”

(Associazione Nazionale Italia-Cuba)

"Fabio Armiliato sulle orme di Carlos Gardel. Il grande tenore genovese mette al servizio del Tango l’arte del belcanto e la sua esperienza di interprete per farci scoprire la poesia della

Canzone del Tango."

(IL SECOLO XIX – Giugno 2015)

“Tanti applausi da un pubblico appagato per lo spettacolo proposto dal tenore Fabio Armiliato all’Auditorium Paganini.”

(Gazzetta di Parma)

FABIO ARMILIATO

Fabio Armiliato è uno dei più importanti tenori della scena lirica internazionale, acclamato dal pubblico grazie alla sua vocalità, all’impressionante registro acuto e alla sua innata musicalità, senza dimenticare le capacità drammatiche dell’artista e il grande carisma che infonde ai personaggi che interpreta.  Nasce a Genova e si diploma al Conservatorio Niccolò Paganini dove debutta giovanissimo nel Simon Boccanegra di Verdi, cominciando così una veloce carriera che lo porta ad interpretare i ruoli primari nei teatri più prestigiosi del mondo: il Metropolitan Opera House di New York, il Teatro alla Scala di Milano, L’Opéra de Paris, l’Opera di San Francisco, il Teatro Real di Madrid e la Wiener Staatsoper, per citarne alcuni. Emozionanti le sue interpretazioni nel ruolo di Mario Cavaradossi in Tosca, per il quale è considerato interprete di assoluto riferimento, acclamato nel ruolo all’Arena di Verona, al Teatro Real di Madrid, alla Fenice di Venezia, in una tournée in Giappone con il Teatro dell’Opera di Roma, al Teatro alla Scala di Milano (diretto da Lorin Maazel) e alla Royal Opera House di Londra con la direzione di Antonio Pappano. Tra i tanti successi degli ultimi anni ricordiamo lo strepitoso debutto ne La forza del destino all’Opéra di Montecarlo, La Fanciulla del West a Roma (autore di uno storico bis dell’aria Ch’ella mi creda) e in Tosca alle Terme di Caracalla a Roma, festeggiando nell’occasione il ventennale del suo debutto.

Nella stagione 2009-2010 ha inaugurato con Turandot il rinato Teatro Petruzzelli di Bari e debuttato, ottenendo uno straordinario consenso di pubblico e critica, il ruolo di Rodolfo in Luisa Miller al teatro Opernhaus di Zurigo. È stato poi protagonista al Festival Puccini di Torre del Lago con una nuova produzione de La Fanciulla del West creata per festeggiarne il centenario dell’opera stessa. Dopo l’atteso e trionfale debutto in Otello all’Opera Royal di Liegi ripetuto in seguito anche a Valladolid in Spagna, è stato insignito del “Premio Internazionale Tito Schipa”, nella splendida cornice della città di Ostuni e proclamato cittadino Onorario della città di Recanati nel nome del grande Beniamino Gigli.  Negli anni seguenti, oltre ad essere presente nei più importanti teatri mondiali, in produzioni d’opera e concerti, inizia un’importante attività di insegnamento e masterclass. Nel 2017 viene proclamato Ambasciatore di Genova nel Mondo e nel 2018 viene insignito dell’onorificenza del Cavalierato di Malta. Spesso protagonista di diversi programmi televisivi dedicati alla divulgazione dell’arte operistica, di numerose registrazioni discografiche e delle attività sportive e benefiche legate alla Nazionale italiana Cantanti, Fabio Armiliato ha anche debuttato come attore cinematografico protagonista nel film di Woody Allen dal titolo To Rome with Love recitando affianco dello stesso regista. Negli ultimi anni ha ideato il progetto musicale RecitalCantango che lo vede protagonista in uno spettacolo dedicato all’arte del Tango.

In questo anno 2019 ha cantato con grande successo in Adriana Lecouvreur al Teatro Filarmonico e Carmen all’Arena di Verona, Pagliacci a Parma ed all’Opera Romana di Craiova (Romania) e Madama Butterfly a Catanzaro.

© 2014 Reggio Iniziative Culturali S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02459410359 - Codice SDI: USAL8PV

via Colsanto n. 13 - 42124 Reggio Emilia - tel. 0522 524714 - 420804 - fax 0522 453896 - info@reggioiniziativeculturali.it

Privacy   |   Cookies

Reggio Iniziative Culturali S.r.l. è iscritta al MEPA - Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione