prendo un caffe locandina.jpg
Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Prendo un caffè e torno all'opera

Spettacolo operistico buffamente distanziato

 

 

Scritto e diretto da LORENZO GIOSSI

 

Con

LUCA GALLO basso

GIACOMO CONTRO baritono

FRANCESCO TUPPO tenore

CECILIA RIZZETTO soprano

LORENZO GIOSSI attore

ELEONORA BEDDINI pianoforte

Con Rossini e Donizetti torna l’opera dopo una breve pausa caffè

Vi siete mai domandati chi è quel signore o quella coppia di amici vicino al vostro tavolo al bar che prendono un caffè come voi? Magari sono cantanti lirici in una pausa di spettacolo.

 

La lirica al bar? Certamente, anche i cantanti, i registi e i musicisti sono persone normali che hanno bisogno di un caffè per tornare alla carica. Ognuno di loro rappresenta sul palco un personaggio come noi che inevitabilmente si porta dietro anche nei momenti di pausa. Se sentite un vocalizzo mentre bevete la vostra spremuta e mangiate il vostro cornetto alla crema non spaventatevi: è solo un po’ di magia che vi viene regalata e si disperde in mezzo a voi.

 

Tutto lo spettacolo si svolge in un luogo particolare che il pubblico vede aperto solo la sera dello spettacolo: il bar degli artisti. In realtà questo locale è sempre aperto, solo che non si vede perché inglobato nell’architettura del teatro stesso. Il bar degli artisti vive tutti i giorni e artisti, registi, musicisti e tecnici lo riempiono facendo colazione, aperitivo o leggendo il giornale nei momenti di pausa. La lavorazione di uno spettacolo è lunga e travagliata e quindi c’è bisogno di un bar e di un caffè che siano sempre pronti. Ovviamente la figura che non può mancare è il barista che sta dietro al bancone: ormai molti artisti li conosce personalmente ed è amico loro. Non è necessario che sia un appassionato d’opera ma dopo tanti anni a contatto con gli interpreti e sentendo musica in sottofondo proveniente dalla sala principale ah scoperto anche lui questo mondo strano pieno di storie che si alternano. Può anche capitare che si provi al bar se il palcoscenico è occupato per il montaggio della scena e allora si fanno le cosiddette prove al tavolino… in tutti i sensi. Che dire, al bar degli artisti sono graditi uomini …. E personaggi.

 

PENSATO COME UNO SPETTACOLO POPOLARE, CON INNESTI TRA OPERA E CANZONE, PER TORNARE SUL PALCOSCENICO DOPO LA PRIMA ONDATA DI PANDEMIA LO SPETTACOLO PRESENTA CARATTERISTICHE ECONOMICHE E SEMPLICI.