BOOKING SOLO INTERNAZIONALE

ONLY INTERNATIONAL BOOKING

Cristiano Contadin 2.jpeg
Cristiano Contadin

Cristiano Contadin

Cristiano Contadin - Amanda Forsythe

Cristiano Contadin - Amanda Forsythe

Cristiano Contadin

viola da gamba

 

CRISTIANO CONTADIN è violista da gamba e fondatore di Opera Prima, ensemble di musicisti e solisti di fama internazionale dedicati al repertorio barocco.

Come solista di gamba e continuista, collabora con ensemble in Italia e all'estero, tra cui I Barocchisti, Akademie für Alte Musik di Berlino, La Venexiana, Orchestra Sinfonica "G. Verdi"(Milano), Cantar Lontano, Accademia Bizantina, Orchestra Filarmonica della Scala (Milano) e Il Suonar Parlante…

Cristiano Contadin ha registrato per Sony, EMI Classical, Universal (Deutsche Grammophon), Arte, Brilliant, Hyperion, Stradivarius, Winter & Winter e CPO, Naxos, tra gli altri.

Nel 2015, ha pubblicato la registrazione di G. P. Telemann The Complete Telemann Trio Sonatas and Concertos con il suo Opera Prima ensemble, ottenendo favorevoli riscontri di critica sia nazionali ed internazionali. Per questo disco, proclamato da Classic Voice come "CD del mese", Musica Magazine ha confermato Cristiano Contadin come "un artista di prim'ordine per la dolcezza del suono, la rilevanza stilistica e la padronanza assoluta dello strumento". La sua registrazione per il 2016 di Les Délices de la solitude di Corrette (Opera Prima) è stata elogiata dalla Fanfare Magazine come "vivace, elegante e calda". Con l’ensemble Il Suonar Parlante, grazie ai CD "Full of Colour" e “The passion of Musick” ha vinto altri prestigiosi premi come Diapason d'Or, Choc du Monde de la Musique e Preis der Deutschen Schallplattenkritik ed Echo Klassik Prize 2015.

Con il Quartetto Italiano di Viole da Gamba, "Il Suonar Parlante”, e come solista, punta a coltivare un repertorio che abbraccia la musica antica e contemporanea. Ha interpretato opere di compositori contemporanei e artisti jazz come Kenny Wheeler, Uri Caine, Don Byron, Ernst Reijseger, Vanni Moretto, Markus Stockhausen, Francesco Hoch, Henry Bartholomée e Lucio Garau, e si è esibito nel 2017 nella prima italiana di George Benjamin's Written on Skin con l'Orchestra Haydn di Bolzano.

Oltre alla attività di interprete, Cristiano Contadin ha collaborato alla traduzione italiana di The Early History of the Viol di Ian Woodfield, edita da EDT - Torino. È coordinatore del catalogo di viola da gamba La Voce Dell'Ambasciatore per la casa editrice italiana Musedita.

Cristiano Contadin si è diplomato in Pianoforte presso il Conservatorio di Venezia e successivamente in Viola da gamba presso il Conservatorio di Vicenza. È titolare della cattedra di Viola da Gamba al Conservatorio B. Marcello di Venezia, dopo aver anche ricoperto incarichi di insegnamento presso la Musica Academy di Esbjerg (Danimarca), il Conservatorio "S. Giacomantonio" di Cosenza, e il Conservatorio Vincenzo Bellini a Palermo. È il direttore didattico di ILMAestate de L'Instituto Laboratorio di Musica Antica (ILMA) a San Vito al Tagliamento. Suona una viola da gamba basso anonima di scuola veneziana del XVIII secolo.

In qualità di Consigliere dal 2019 fa parte del board della Società impegnata nella ricostruzione del Teatro di San Cassiano a Venezia.

Ha avuto l’onore di essere invitato a suonare per le esequie pubbliche di Umberto Eco presso il Castello Sforzesco a Milano nel febbraio 2016.

PASSION MUSICKE

Programma per viola sola

Con musiche di

Tobias Hume (London, ? - ?, 1645)

Antoine Forqueray (Paris, 1671/72 - Paris, 1745)

Marin Marais (Paris, 1656 - Paris, 1728)

G.P. Telemann (Magdeburg, 1681 - Hamburg, 1767)

J.S. Bach (Eisenach, 1685 - Lipsia, 1750)

Louis de Caix d'Hervelois (Amiens, 1680 ca.- Paris, 1760)

Opera Prima Ensemble

Opera Prima Ensemble

Opera Prima Ensemble

Opera Prima Ensemble

OPERA PRIMA è un ensemble di recente costituzione diretto da CRISTIANO CONTADIN, nato per dare vita a concerti e registrazioni storicamente informate del periodo rinascimentale e barocco. Il cuore del progetto risiede nell'esplorare il repertorio della viola da gamba nelle sue differenti declinazioni di linguaggio, avvicinandosi alla musica con lo spirito di come fosse stata appena composta e con il desiderio, da parte degli interpreti, che le persone possano ascoltare e gioire dell’esperienza musicale con il loro stesso piacere ed entusiasmo. L’obiettivo è di toccare il cuore del pubblico, in modo che il linguaggio della musica antica diventi facile da comprendere quanto lo stile di musiche a noi più contemporanee.

Vai alla pagina di Opera Prima Ensemble