© Foto: Remo Emiliani

© Emmanuel Jacques Photo

Valeria Montanari

Valeria Montanari

Alice Bisanti

Alice Bisanti

Paolo Ballanti

Paolo Ballanti

Ana Liz Ojeda

Ana Liz Ojeda

Giovanni Valgimigli

Giovanni Valgimigli

© Foto: Nicola Dal Maso - Ribalta Luce Studio

VIDEO

Il Tetraone

Musicisti di Accademia Bizantina

 

Ana Liz Ojeda violino

Alice Bisanti viola

Paolo Ballanti violoncello

Valeria Montanari fortepiano

Giovanni Valgimigli contrabbasso

Scarica la scheda di presentazione e i programmi proposti

Il Tetraone è fondato nel 2011 da membri dell’Accademia Bizantina; nasce come quartetto d’archi col pianoforte, con l’intento di riscoprire uno dei repertori più interessanti e musicalmente completi che la storia della musica ci offre.

Il Tetraone, naturalmente, utilizza strumenti originali, con particolare attenzione alla montatura, all'accordatura e al temperamento del periodo storico.

L'attenzione a questi aspetti, uniti allo studio filologico della partitura, alla cura del suono e alla ricerca dei timbri storici, permettono la realizzazione di nuove letture ed interpretazioni del grande repertorio.

Il quartetto si amplia ed evolve con l'aggiunta di Giovanni Valgimigli, contrabbassista di Accademia Bizantina, per riscoprire il repertorio di quintetto col contrabbasso, il cui brano più famoso è certamente "La Trota" di Franz Schubert, ma che riserva tante altre sorprese, sconosciute al grande pubblico, di grande interesse e bellezza.

Il Tetraone, fin dalla sua fondazione, si avvale della collaborazione di Francesco Zanotto che oltre a mettere a disposizione la sua collezione di strumenti a tastiera da cui scegliere, per ogni programma, lo strumento filologicamente adeguato, si occupa anche delle accordature storiche e temperamenti.

Nel 2019 è uscito il primo CD, intitolato “Il Tetraone”, con l’incisione su strumenti originali (fortepiano copia Conrad Graf 1819) del Quartetto op.16 di L.V.Beethoven e del Quintetto "La Trota" di F. Schubert. Edito dall’etichetta discografica NovAntiqua Records, ha ricevuto lusinghieri consensi e apprezzamenti. Nel mese di agosto 2020 è stato nominato disco del mese della rivista Diapason.

Nella primavera del 2021 è attesa l’uscita del secondo lavoro discografico del gruppo, i Quartetti per fortepiano e archi di W.A. Mozart KV 478 e KV 493, sempre con strumenti originali (fortepiano copia Anton Walter del 1792), edito nuovamente da NovAntiqua Records.

 

 

Partner: Francesco Zanotto Strumenti - www.zanottostrumenti.it

Ascolta il CD "Il Tetraone":

https://open.spotify.com/album/6NiNIjy7U9YEk7rQKl9nr6

[Novantiqua Records, 2019]

Recensioni:

 

Ottavio Dantone (direttore di Accademia Bizantina):

"Il Tetraone nasce all’interno di un ideale “grande quartetto” come l’Accademia Bizantina, sposandone la filosofia e chiudendo un cerchio perfetto nella forma più genuinamente cameristica.

Quello che colpisce di questo gruppo è la chiara adesione a concetti estetici maturati in anni di studio e lavoro comune nella nostra Orchestra, unita a una personalità e a una natura comunicativa sorprendenti.

Qualità ed emozioni che seducono."

Stefano Fiuzzi (direttore artistico dell'Accademia Bartolomeo Cristofori)

"Il modo di fare musica del Tetraone rispecchia in maniera personalissima una idea di rigore stilistico non aridamente accademico, che non esclude la gioia e il divertimento di suonare insieme, ma che anzi consente alla personalità interpretativa di ciascuno grande libertà di esprimersi dialogando con spontaneità e freschezza davvero coinvolgenti.

Bravissimi tutti, si percepisce all'ascolto la complicità, il piacere e insieme la passione e il divertimento nel "musizieren"...."